Ernst Mollenhauer

2019
Ottobre
02

Ernst Mollenhauer

Ernst Mollenhauer nacque nel 1892 a Tapiau, Prussia Orientale, stessa città natale di Lovis Corinth. Il padre di Mollenhauer conosceva Corinth e chiese la sua opinione sul futuro di suo figlio, che voleva studiare pittura. Nonostante Corinth incoraggiò il giovane Mollenhauer a dipingere, egli dovette comunque prima apprendere una professione nel commercio.

Nel 1913 Ernst Mollenhauer iniziò i suoi studi alla Accademia delle Arti di Konigsberg (la Kunstakademie Königsberg), dove il suo primo insegnante fu Ludwig Dettmann. Durante la Prima Guerra Mondiale fu arruolato nell'esercito, ma nel 1918 poté continuare i suoi studi all'Accademia. Durante una visita a Nida nel 1919, conobbe Max Pechstein e Hedwiga, figlia del proprietario della Guest House Hermann Blode. Sposò Hedwiga nel 1920. Le prospettive per i pittori erano desolanti in Germania a causa della crisi economica del 1920-1922 e Mollenhauer con sua moglie partì per New York. Dopo le difficoltà iniziali  riuscì a guadagnare bene lavorando per un'azienda che realizzava decorazioni.

A causa della secessione della regione di Klaipeda (Memelland) nel 1923, che divenne parte della Lituania, oltre che della crisi economica, il flusso di vacanzieri a Nida si interruppe. L'hotel di Blode giunse sull'orlo della bancarotta. Mollenhauer tornò da New York e pagò i debiti dell'hotel con i dollari guadagnati in America. Nel 1924 aprì uno studio per sé vicino all'Hotel. Nel 1925 costruì un monumento ai pittori ed intraprese iniziative per promuovere il turismo. Solo pochissime delle sue opere del periodo 1925-1945 sono sopravvissute al tempo di guerra e sono ora conosciute dal pubblico. Egli dipingeva in stile espressionista, le sue forme diventarono gradualmente sempre più condensate. I temi dei suoi dipinti erano sempre legati a Nida.

Nel 1929 Mollenhauer aiutò Thomas Mann ad affittare un lotto per la costruzione di una casa estiva a Nida, nella quale Thomas Mann soggiornò negli anni 1930-1932. A quel tempo il flusso di turisti verso la Penisola dei Curi, compresa Nida, aumentò considerevolmente. Tuttavia, a causa della persecuzione nazista, nel 1933 Thomas Mann dovette fuggire dalla Germania e non poté più usare la sua casa estiva. Mollenhauer amministrò la casa di Mann fino al 1939. Quando la regione di Klaipeda venne resa al Terzo Reich, ed a causa della persecuzione nazista della cosiddetta "arte degenerata", vi fu la minaccia che la collezione d'arte di Blode venisse confiscata. Mollenhauer invece, a causa del suo stile artistico, venne bandito dalla pittura. Ciò nonostante, le opere di Mollenhauer, così come altri dipinti della collezione Blode, furono distrutte nel 1945, quando la Prussia Orientale venne occupata dall'Armata Rossa.

Nel 1945 Mollenhauer si riunì con sua moglie e sua figlia nella Germania Occidentale e ricominciò la sua carriera di pittore. Nel 1946 visse a Kaarst, nel 1948 si trasferì a Dusseldorf. Le opere di Mollenhauer ottennero  riconoscimento ed egli lavorò come pittore indipendente. Mollenhauer viaggiò in Francia e in Italia, tuttavia trovò la sua nuova patria "artistica" nell'isola di Sylt, nella Germania Settentrionale, che in un certo senso gli ricordava la Penisola dei Curi dove ora non poteva più tornare.

Mollenhauer era un espressionista, tuttavia il suo stile continuò a cambiare, le forme diventarono ancora più semplici, più grandi (più evidenti) ed i colori più intensi. I temi di questi dipinti provenivano dalla Renania, dall'isola di Sylt, che era il suo nuovo luogo di residenza, tuttavia Nida e la Penisola dei Curi continuavano ad emergere come soggetto principale. I dipinti che fece basandosi sulla memoria avevano un'espressione ancora più forte ed erano dipinti in uno stile molto condensato.

Ernst Mollenhauer morì a Dusseldorf nel 1963. La sua eredità creativa è conservata nel Museo Regionale della Prussia Orientale di Lüneburg.

Del dr. Jörn Barford